Corso di accompagnamento alla nascita: come lo vorrei

il corso preparto che vorrei




Come sapete sono stata a presentare post-partum.it a 1,2,3 PITCH al Mammacheblog. E’ stata un’esperienza fantastica, perché chi non conosceva questo sito almeno adesso sa cos’è. Non ho vinto purtroppo il master digitale che mettevano in palio, ma dopo la mia esposizione in tante sono venute a salutarmi e a dirmi che sono stata coraggiosa a raccontare la mia storia. Segno che qualcosa sta cambiando, certo, ma che ancora molto c’è da fare, visto che la depressione post (e pre) parto sono ancora un tabù.  Continua a leggere…

La depressione post partum spiegata a mia figlia

IMG_20150728_182421-1

Oggi mentre addormentavo Vittoria dopo la poppata, l’ho guardata negli occhi e ho sentito un amore infinito. Ho avuto due reazioni contrastanti dentro di me: da una parte mi sono sentita in pace perché posso dirmi guarita dalla depressione post partum, dall’altra ho ripensato a quando due anni fa compivo gli stessi gesti con Paola e mi sembravano pesanti come un macigno.

Continua a leggere…

Enrica Costa: “Ancora tanto da fare sulla dpp, ma all’estero meglio che in Italia”

enrica costa

“Le bugie secondo me sono due: se sei madre devi per forza essere felice e se non lo sei sei una cattiva madre”.

Dopo l’intervista a Deborah Papisca, oggi intervistiamo l’altra metà de l'”Oasi de le mamme”, nato come sito per parlare di maternità e (anche) di depressione post partum e da poco anche associazione culturale (qui tutte le info), che offre a Pesaro diversi servizi per le future e neo mamme. Enrica – laureata in veterinaria –  vive da alcuni anni a Irvine, in California, e prima si è divisa assieme al marito tra l’Australia e San Francisco. Mamma di due figli, ecco cosa ha raccontato della sua esperienza di mamma expat. Un grazie enorme perché in questa bella intervista ci sono tanta verità e coraggio: non una cosa da poco.

Continua a leggere…

Combattere la depressione post partum partendo da una colazione

mamma depressa

‘Una donna su 7 soffre di depressione post partum e solo una su quattro chiede aiuto. Non solo, chi ne fa le spese sono sempre i figli’. 

Un invito a colazione, di sabato mattina, in un luogo accogliente e in compagnia di altre mamme. È questa la piccola grande rivoluzione di “Colazione da Rebecca”, un’iniziativa lanciata da Strade onlus per affrontare il tema della depressione post partum in modo innovativo.

Un ciclo di incontri che si inserisce all’interno di un progetto più ampio, “Rebecca Blues” (presentato in ottobre in un grande convegno scientifico in Campidoglio, alla presenza del ministro Lorenzin), che punta tutto sulla formazione dei diversi soggetti in gioco: dai medici di base ai ginecologi, dalle mamme fino ai padri e agli altri componenti della famiglia.

L’idea è a vocazione nazionale, ma i primi passi si stanno muovendo a Roma. Sabato 22 novembre il secondo appuntamento (dalle 11 alle 13) si svolgerà a Eataly, che offrirà gratuitamente, come di consueto, la colazione a tutti i partecipanti.

Il Dott. Antonio Picano, dirigente psichiatra dell’Ospedale San Camillo di Roma e presidente di Strade Onlus, ci racconta com’è nata questa idea e come vuole proseguire la sua avventura.

Continua a leggere…

Ausl di Reggio Emilia e il progetto ‘Mamme nel Pallone’

mamma depressa

Noi abbiamo cercato di fare un lavoro proprio in questo senso: cercare di dare un’immagine meno idilliaca, schematica e idealizzata della maternità’

Dove.

Consultorio Familiare dell’Ausl  pad. Bertolani
Via Amendola 2, Reggio Emilia
Tel. 0522/335552; 0522/335767
E-mail: info.mamme@ausl.re.it

Perché.

Ho avuto modo di parlare con la psicologa Piera Bevolo e con l’ostetrica Paola Ferretti, che lavorano per l’Ausl di Reggio Emilia. Devo dire che il percorso che compiono con le mamme e i papà è veramente straordinario: la chiacchierata con loro mi ha fatto molto pensare, perché  a volte per evitare di ritrovarsi completamente impreparate dopo la nascita di tuo figlio, basterebbe veramente poco. Magari dire la verità. Magari.
Continua a leggere…